Tag corso


LE ICA E LE MULTIRESISTENZE ANTIBIOTICHE ALLA LUCE DELLE EVIDENZE

LE ICA E LE MULTIRESISTENZE ANTIBIOTICHE ALLA LUCE DELLE EVIDENZE AOR SAN CARO POTENZA 28 DICEMBRE 2018 Il corso si prefigge di aggiornare le competenze in materia di prevenzione delle infezioni: aumentare la consapevoezza della rilevanza del controllo delle infezioni ospedaliere al fine di evitare che il paziente possa essere vittima di una malattia determinata da scarsa preven-zione da parte dei curanti, e allo stesso tempo migliorare la sicurezza degli stessi operatori nel proprio am-biente di lavoro. Il docente, partendo dalla definizione, classificazione ed eziologia delle infezioni ospeda-liere, condurrà i discenti in un percorso di conoscenza della normativa e della metodologia per valutare le nuove tecniche di sorveglianza e prevenzione, per poterle introdurre nella pratica clinica, modificando l’organizzazione del lavoro. In questo modo il controllo delle infezioni ospedaliere può essere considerato un indicatore di qualità dell’assistenza. Questo corso ti permetterà di: Sicurezza degli operatori nell’ambiente di lavoro Far acquisire conoscenze teoriche e pratiche necessarie per la prevenzione delle infezioni ospeda-liere a tutela della sicurezza degli operatori nel proprio ambiente di lavoro


PERSONALIZZAZIONE DELLE CURE – IL CONSENSO INFORMATO PERSONALIZZATO: PARTECIPAZIONE ATTIVA ...

PERSONALIZZAZIONE DELLE CURE  IL CONSENSO INFORMATO PERSONALIZZATO: PARTECIPAZIONE ATTIVA DEL MALATO E DELL’OPERATORE AOR SAN CARLO GIOVEDI’ 27 DICEMBRE 2018 Il consenso informato non deve essere un atto meramente formale e non può ridursi alla mera sottoscrizione di un modulo cartaceo, dovendo invece essere il frutto di un dialogo onesto e leale tra medico e paziente, in cui il sanitario è tenuto a raccogliere un’adesione effettiva e partecipata all’intervento. Il processo informativo del paziente dovrà essere sempre più personalizzato. Attualmente vi è un grado di standardizzazione, di cui prova è la modulistica utilizzata in questo ospedale, che deve essere attenuato, a favore di un migliore adeguamento del processo comunicativo al vissuto del paziente, al suo livello culturale e sociale, alle sue relazioni parentali. Insomma il passaggio dalla ‘cura al prendersi cura’, che è alla base della riforma, deve divenire obiettivo anche nelle scelte organizzative aziendali. ‘Il consenso informato personalizzato, con l’uso di strumenti, come la cartella parallela, il diario del paziente e operatore, tende a fidelizzare, a creare una relazione forte tra le parti, condivisa e non subita. Il corso presenta l’esperienza che l’azienda sta sviluppando con il progetto sulla personalizzazione delle cure e tra i microprogetti: Il Consenso Informato Personalizzato..